Andrea & Luca Esperimento di chimica estrema

I terribili fratelli Sala

Elemento A

Luca, elemento scoperto nel lontano 2007, subito dopo il suo ritrovamento per i primi 3 mesi ha reagito con continui urli insonni, durante i quali genitori, nonni, vicini e meno vicini meditavano il suicidio. Dopo questa prima fase si è riscontrata una fase di stabilizzazione e si è quindi dimostrato docile come un agnellino! Forse non un agnellino qualsiasi: diciamo sul tipo "Shaun the Sheep"!

Un mix tra un allegro bimbo ed un enigmatico nerd dei numeri

Un elemento un po' sensibile, ma se lasciato agire senza scuotere o mescolare, lo fa in modo un pochino inquieto ma tutto sommato rimane silenzioso, concentrato nei suoi pensieri e gradevolmente indipendente!

Elemento A: stabile se non mescolato con elementi reagenti

Elemento B

Andrea, elemento reagente scoperto nel 2010; sostanza molto simpatica, allegra e vivace, può provocare allegria, riso incontrollato e spensieratezza, ma anche insofferenza e stanchezza a causa delle sue proprietà a volte capricciose alternate a comportamenti ruffiani!

Chiamato "Pallino" per via della sua forma minuta e tondeggiante, l'estrema vivacità ricorda anche le palline di mercurio, dette anche: "argento vivo"!

Decisamente indomabile, si fa beffe delle piÙ terribili minacce

L'esperimento

Il più incauto errore che sia mai stato commesso dai tempi dei più antichi alchimisti fino ai nostri giorni, è stato quello di lasciare l'elemento A nei medesimi spazi dove è stato depositato l'elemento B.

Le due sostanze appena entrate in contatto hanno dato luogo ad immediate reazioni repentine ed incontrollabili, le quali hanno rivelato comportamenti imprevedibili da parte del tutto sommato docile elemento A.

Delle reazioni meno potenti abbiamo potuto realizzare delle immagini

Dalla combinazione dei due elementi A e B, le reazioni si sono susseguite senza sosta, alternando processi di repulsione a processi di attrazione. Ma in fondo dei conti si può affermare che i due elementi hanno originato una sostanza unica ed inscindibile della tipologia "amore fraterno", confermandone tutte le caratteristiche turbolente ma di profondo legame.

Reazione rotante con inseguimento A in direzione di B

Conclusione

Nonostante le caratteristiche chimiche della neosostanza battezzata "Fratelli Sala" abbiano avuto indiscutibili risvolti traumatici, ci possiamo dire pienamente soddisfatti della scoperta.

Ogni giorno lottiamo per sopravvivere a fuoco e fiamme generati dalle reazioni incontrollate, ma superati questi momenti possiamo apprezzare e beneficiare dei fantastici e impagabili effetti di questi due elementi combinati, ai quali, lo dobbiamo confessare, non possiamo più fare a meno!

In sostanza: fraTelli inseparabili
Text & Images by Stee
Momenti insieme
Momenti indipendenti
Created By
Stefano Sala
Appreciate